Ricerca in Sovritalia
Chi è online
 47 visitatori online

Carabinieri

Arma dei Carabinieri - Db_news
Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it

www.carabinieri.it
  • SIENA: NAS IN UNA CASA DI RIPOSO PRIVATA, MULTA DI 2.000 AL PROPRIETARIO
    Siena, 25 gen. - (Adnkronos) - I carabinieri del Nas di Firenze e i militari del nucleo ispettorato del lavoro di Siena hanno eseguito un'ispezione in una casa di riposo, di proprietà privata, nella città di Siena. Il controllo si è concluso con una multa di 2.000 al gestore. L'attività era mirata alla verifica della possibile presenza di lavoratori impiegati in nero e di accertare le condizioni di lavoro degli operatori e la correttezza delle procedure di gestione del presidio socio sanitario. Non è stato constatato l'impiego di lavoratori in nero, riferisce l'Arma, ma sono state osservate altre criticità. In particolare alcune delle stanze destinate agli anziani non rispettavano dei parametri minimi, non erano dotate cioè di sistemi di chiamata per allarme, che i degenti potessero adoperare nel caso si fossero sentiti male, in particolare nei momenti nei quali la vigilanza fosse stata ridotta, come nelle ore notturne. Due ulteriori problematiche sono state verificate dai militari del Nas nell'area destinata alla preparazione degli alimenti, vale a dire la mancata attuazione delle procedure in autocontrollo Haccp degli alimenti, per quanto attiene alla costante verifica delle temperature dei frigoriferi a garanzia della salubrità dei prodotti alimentari stessi, che risultava essere stata prevista ma attuata poi con poco zelo; le cattive condizioni dell'intonaco, in larga parte screpolato, nel locale destinato alla lavorazione delle derrate alimentari, con pericolo di contaminazione degli alimenti. È stata contestata una sanzione amministrativa pecuniaria di 2.000 euro ed è stata richiesta all'Azienda Sanitaria Toscana Sud Est l'adozione di un provvedimento prescrittivo finalizzato alla risoluzione delle non conformità. (Zto/AdnKronos)

  • Sequestrate bici elettriche potenziate, pregiudicati in fuga
    (ANSA) - BARI, 25 GEN - I Carabinieri del Radiomobile di Bari e delle Compagnie San Paolo, Centro e Modugno hanno sequestrato 6 biciclette elettriche modificate e potenziate, con caratteristiche tali da essere considerate ciclomotori, elevando sanzioni stradali per oltre 30mila euro. Nell'ambito dei controlli, due pregiudicati su bici elettriche sono stati fermati dai Carabinieri, ma si sono dati alla fuga per non farsi sequestrare il mezzo e sono stati sia sanzionati che denunciati penalmente per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità. Una volta modificate, alcune bici elettriche possono raggiungere i 60 km/h, perdendo le caratteristiche della bici "a pedalata assistita" e rientrando tra i ciclomotori per i quali sono previsti immatricolazione, assicurazione, targa, casco protettivo e, non ultima, la patente di guida. Tutte violazioni che sono state contestate ai contravventori. L'uso di biciclette "modificate", fanno notare i Carabinieri, può agevolare i soggetti sottoposti a misure limitative della libertà, permettendo loro di spostarsi autonomamente, raggirando così le prescrizioni imposte dall'autorità giudiziaria ed eludendo più facilmente gli accertamenti delle forze dell'ordine. (ANSA).

  • Vendono via web furgone rubato ma proprietario li scopre
    (ANSA) - TORINO, 25 GEN - Vendere via internet un furgone rubato non è stata una buona idea per un 44enne di Torino e un 23enne residente in un campo nomadi: il proprietario dell'automezzo ha visto l'inserzione, apparsa su una piattaforma specializzata, e ha chiamato i carabinieri. I militari hanno preso contatto con gli acquirenti e, dopo avere concordato un prezzo intorno ai 3.500 euro hanno fissato un appuntamento in via Bormida, dove è scattata la trappola: i due sono stati denunciati per ricettazione. (ANSA).

  • CONTROLLA/ROMA: OSTIA, CONTROLLO DEL TERRITORIO, 3 ARRESTI E UNA DENUNCIA (2)
    (Adnkronos) - Ad Ostia Antica, è stato arrestato dai Carabinieri della locale Stazione un 29enne già gravato da precedenti. Sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con Obbligo di Soggiorno, è stato bloccato dai militari dopo essersi nuovamente allontanato dalla propria abitazione, violando le disposizioni dell'Autorità giudiziaria. In attesa delle disposizioni del magistrato, è stato accompagnato presso il Tribunale di Roma per l'udienza di convalida. Sempre ad Ostia, i Carabinieri hanno rintracciato e arrestato, su disposizione della Procura della Repubblica di Roma, un 41enne pregiudicato di origine tunisina. L'uomo, condannato in via definitiva per reati contro la persona, è stato portato presso la casa circondariale di Roma Rebibbia dove dovrà scontare 3 anni di reclusione. (Stg/AdnKronos)

  • Sequestro e tentata estorsione per droga non pagata, due arresti
    (AGI) - Cremona, 24 gen. - Uno studente e un cuoco sono finiti nei guai nel Cremonese con l'accusa di sequestro di persona e estorsione. I due, di 19 e 21 anni, sono stati arrestati dai carabinieri del Radiomobile: i militari li accusano di aver preso in ostaggio un giovane operaio di 21 anni, che con loro aveva un debito complessivo di 3.500 euro per droga. Adesso gli arrestati dovranno rispondere di sequestro di persona e tentata estorsione. Oggi il gip ha convalidato l'arresto e ha mandato i due agli arresti domiciliari. (AGI) Bs1/Gla