Ricerca in Sovritalia
Chi è online
 28 visitatori online

Carabinieri

Arma dei Carabinieri - Db_news
Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it

www.carabinieri.it
  • Carabinieri realizzano sogno 2 bambini, volo in elicottero
    (ANSA) - VIBO VALENTIA, 04 LUG - Avevano espresso il desiderio di volare in elicottero. E oggi il loro sogno è stato esaudito grazie ai carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro e dell'ottavo Nucleo elicotteri carabinieri di Vibo Valentia. Diversi mesi fa, grazie all'interessamento del direttore del reparto di Pediatria dell'Ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro Giuseppe Raiola, i carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro avevano ricevuto il desiderio di due bambini catanzaresi, Antonio ed Alessandro, rispettivamente di 5 e 9 anni che, affetti da importanti patologie e curati in ospedale, avevano chiesto la possibilità di volare con un elicottero. La sosta obbligata dovuta al periodo Covid 19 ha solo rinviato il momento dell'evento. Grazie all'organizzazione di alcune associazioni del catanzarese, il personale del Nucleo elicotteri di Vibo Valentia, stamani, ha permesso ai due giovanissimi, accompagnati dal dott. Raiola e dai genitori, di provare l'ebbrezza del volo. Grande è stata l'emozione nei due piccoli sia nel salire a bordo dei mezzi che nel vero e proprio volo. Circa trenta minuti in cui i piloti dell'elicottero AB412 gli hanno fatto sorvolare il litorale vibonese, mostrando loro le spiagge e le coste da Pizzo a Tropea e riuscendo anche, per usare le parole di uno dei due , "a volare sopra le nuvole". Al volo è seguito un piccolo rinfresco durante il quale vi è stato un ampio scambio di doni tra il personale dell'Arma e gli organizzatori. In particolare i bambini hanno particolarmente gradito i gadget che l'Arma ha donato loro (cappellini, zainetti e materiale per la scuola) ma più di tutti hanno mostrato la loro gioia per il ricevimento del meritato diploma per il "battesimo dell'aria". (ANSA).

  • DROGA: OLTRE 400 PIANTE DI MARIJUANA SCOPERTE DAI CARABINIERI A CASTELLAMMARE DI STABIA
    Roma, 4 lug.(Adnkronos) - Trecento piante nella zona di Castellammare di Stabia, altre cento dell'altezza di due metri ad Angri. I carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno scoperto diverse piantagioni di marijuana grazie a una serie di controlli effettuati anche utilizzando un elicottero. In località Vena di Vincenzino, i militari dell'Arma hanno scoperto 300 piante di cannabis indica alte tra 80 e 120 centimetri, suddivise in sette diverse aree di coltivazione. Dopo aver fatto una campionatura, i carabinieri hanno provveduto a distruggerle sul posto. Ad Angri, invece, in località Chianiello, i carabinieri hanno scoperto un'unica area di coltivazione altre cento piante di cannabis indica, alte ben due metri. Anche in questo caso, le piante sono state distrutte previa campionatura. Le indagini sono ora finalizzate all'individuazione dei coltivatori. (Vab/Adnkronos)

  • ROMA: BAMBINO SI PERDE AL PARCO VILLA DE SANCTIS, RITROVATO DAI CARABINIERI
    Roma, 4 lug. (Adnkronos) - Disavventura a lieto fine per un bambino di dieci anni, originario del Bangladesh, che ieri pomeriggio si era allontanato in bici nel parco di Villa de Sanctis in zona Casilino a Roma. Il ragazzino ha perso l'orientamento, ma una pattuglia della compagnia dei carabinieri Piazza Dante è riuscita, intorno alle 21.30, a rintracciarlo in via della Marranella. Il bambino, che era spaventato e in stato di agitazione, è stato riconsegnato ai genitori. (Cro/Adnkronos)

  • BRINDISI: PRETENDEVA 'PIZZO' DA IMPRENDITORE, ARRESTATO
    Brindisi, 4 lug. (Adnkronos) - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Francavilla Fontana, in Torre Santa Susanna, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Lecce, su richiesta di quella DDA, nei confronti di D.M., classe 1974, per il reato di tentata estorsione, aggravato dal metodo mafioso. L'attività, condotta dai Carabinieri, ha permesso di accertare il tentativo di estorsione posto in essere dall' arrestato nei confronti di un imprenditore del luogo, nel mese di giugno. Le condizioni imposte sarebbero state quelle di versare un ''pizzo'' mensile di 3.000 euro o in alternativa avrebbe dovuto chiudere l'attività commerciale. Durante tale richiesta, proprio per intimorire l'imprenditore, l'uomo, avrebbe versato del liquido infiammabile, tipo benzina, sui tavoli esterni del locale, alla presenza di numerosi clienti e passanti che terrorizzati si allontanavano velocemente. L'evento non è passato inosservato ed il gesto così plateale è giunto, poco dopo, ai Carabinieri che hanno avviato le indagini per accertare la veridicità dei fatti, comunicando le risultanze investigative all'Autorità Giudiziaria che ha emesso concordava il provvedimento custodiale a carico di M. Al termine delle formalità di rito, l'arrestato è stato condotto alla Casa Circondariale di Brindisi come disposto dall' Autorità Giudiziaria. (Cro/Adnkronos)

  • Rifiuti: rogo nel Casertano, due arresti dei CC
    ANSA - CASERTA, 3 LUG - Due persone, sorprese a bruciare un grosso quantitativo di rifiuti speciali, sono state sorprese arrestate dai carabinieri Forestali ad Alife, nell' Alto Casertano. I due uomini, di 19 e 39 anni, aveva appiccato il rogo all'interno di una piattaforma in cemento per bruciare materiale plastico, mobili verniciati in disuso, lattine in alluminio, persiane in plastica, parti di materiale vegetale, vetro ed alluminio. I militari hanno trovato in alcuni locali nelle vicinanze altri rifiuti, provenienti dall'attività di svuota cantine, ed un carrellone stipato di rifiuti speciali. Durante le fasi dell' arresto è sopraggiunta un'auto carica di rifiuti speciali, che è stata sequestrata. L' autista è stato denunciato. (ANSA)