Ricerca in Sovritalia
Chi è online
 33 visitatori online

Carabinieri

Arma dei Carabinieri - Db_news
Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it

www.carabinieri.it
  • Rave party nelle campagne di Ragusa, 83 giovani denunciati
    (AGI) - Ragusa, 25 set. - Identificati e denunciati alla procura della Repubblica di Ragusa 83 giovani che avevano organizzato e dato vita ad un rave party nelle campagne ragusane di contrada Salina. I fatti si sono svolti tra il 15 ed il 16 settembre quando il folto gruppo si e' introdotto all'interno di un fondo privato, situato nella riserva naturale Pino d'Aleppo, allestendo consolle elettroniche, decine di amplificatori ed un vero e proprio accampamento. In breve tempo, attraverso chat private e gruppi on line, sul posto si sono radunate decine e decine di giovani e giovanissimi, arrivati anche a bordo di taxi, con musica tecno che rimbombava in tutta zona rurale. Acquisita la segnalazione, sono stati predisposti servizi dalla questura di Ragusa, con la collaborazione dell'Arma dei carabinieri e di agenti della Polizia stradale. Gli uomini, impegnati sul posto, hanno proceduto all'identificazione ed al controllo dei partecipanti, che lasciavano il luogo del rave party, con specifiche verifiche che hanno permesso il rinvenimento di modiche quantita' di sostanza stupefacente. Sul posto personale della Polizia Scientifica ha proceduto a riprendere le fasi dell'evento. Nella mattinata del 16 si e' proceduto al controllo dei giovani rimasti sul luogo dell'evento. Tra questi molti provenienti dalle province ed anche da fuori regione. E' stata sottoposta a sequestro penale la strumentazione elettronica utilizzata per organizzare l'evento, tra cui sei amplificatori di grandi dimensioni, un generatore di corrente in grado di alimentare tutto il necessario e numerose consolle musicali. Le 83 persone sono accusate di invasione aggravata di terreni ed edifici e di apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento, in concorso tra di loro. Ulteriori attivita' sono in corso per l'eventuale emissione di misure di prevenzione a carico dei responsabili. (AGI) Mrg

  • MASSA: ARRESTATO SPACCIATORE IN BICICLETTA, NASCONDEVA 12 DOSI DI HASHISH
    Massa Carrara, 25 set. - (AdnKronos) - Arrestato uno spacciatore in bicicletta che aveva con sè 12 dosi di hashish. Era da poco passata la mezzanotte di domenica scorsa quando i carabinieri della stazione di Massa, durante un giro di vigilanza nel territorio di Montignoso hanno notato in via Marietta un cittadino extracomunitario cedere qualcosa ad un uomo alla guida di un'autovettura che, appena vista la presenza dei militari, si è allontanata a gran velocità, facendo perdere le proprie tracce. L'altro invece è montato in sella alla propria bicicletta e, con uno sprint, ha cercato di dileguarsi nelle vie limitrofe ma è stato poco bloccato dalla pattuglia, dopo un energico tentativo di resistenza. La persona fermata, un 32enne marocchino riconosciuto dai militari per i suoi molteplici precedenti, è stata trovata in possesso di altri 12 frammenti di hashish e di 130 euro in banconote di piccolo taglio. Poi, con il supporto di una pattuglia dell'aliquota radiomobile della compagnia di Massa, i militari dell'Arma hanno perquisito anche l'abitazione dell'uomo dove, nascosti sotto il materasso, hanno trovato altri 4 grammi di hashish. Il 32enne è stato quindi dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali; i carabinieri se la caveranno con 7 giorni di cure per le lievi ferite riportate. (segue) (Red-Xio/AdnKronos)

  • Roma: borseggiatori in azione su tram, 5 arrestati dai carabinie
    (AGI) - Roma, 25 set. - A tradirli e' stato il fatto che fossero gia' facce note, per i loro precedenti, e cosi' i carabinieri in borghese del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante quando li hanno visti in piazza Vittorio Emanuele II li hanno seguiti a bordo del tram linea 8, e convinti di sorprenderli con le mani nel sacco hanno dovuto solo attendere il momento giusto. Che e' arrivato all'altezza di piazzale Flavio Biondo, a Trastevere, dove i militari li hanno "pizzicati" mentre derubavano un turista e li hanno arrestati. In manette, con l'accusa di furto aggravato in concorso, sono finiti 5 cittadini romeni, di eta' compresa tra i 42 e 49 anni. la vittima presa di mira era un 50enne filippino, al quale avevano sfilato il portafogli. Ed e' stato allora che e' scattato l'arresto in flagranza di reato. (AGI) Vic

  • LIVORNO: CONTROLLI ANTIDROGA DEI CARABINIERI NELLE SCUOLE
    Livorno, 25 set. - (AdnKronos) - Con l'avvio del nuovo anno scolastico i carabinieri di Livorno hanno dato inizio alla campagna ''Scuole Sicure'', come deciso nel corso del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto nei giorni scorsi dal prefetto Gianfranco Tomao, alla luce delle recenti direttive diramate dal Ministro dell'Interno, per la prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti in prossimità delle scuole.  Ieri, d'intesa anche con il dirigente scolastico, è stata la volta del Liceo Enriques. Una unità cinofila antidroga dei carabinieri di San Rossore e due pattuglie del nucleo radiomobile della compagnia di Livorno hanno effettuato controlli all'esterno del plesso scolastico (i cani non hanno fiutato sostanze sospette) e organizzato posti di controllo alla circolazione stradale nella zona. Le lezioni, una volta entrati gli studenti, sono iniziate senza ritardo. I servizi - spiega una nota dell'Arma - sono finalizzati a garantire una cornice di sicurezza e una maggiore percezione della legalità negli istituti scolastici. L'inizitiva ha suscitato il comune plauso di studenti e insegnanti. Al riguardo, sono in fase di programmazione con il liceo Enriques una serie di incontri con gli studenti per parlare di legalità e sicurezza stradale. Ulteriori controlli da parte dei carabinieri verranno effettuati nei prossimi giorni su altri plessi scolastici della città di Livorno e dei comuni dell'intera provincia. (Red-Xio/AdnKronos)

  • Incendio nel Pisano: Costa, indagini a Carabinieri forestali
    (ANSA) - ROMA, 25 SET - "Ho dato mandato ai Carabinieri Forestali di attivare ogni utile iniziativa per approfondire senza indugio le indagini necessarie per risalire agli eventuali autori del rogo. Sono in contatto anche con la Protezione Civile per quanto concerne le attività di spegnimento, che sono purtroppo rallentate dal forte vento. Non è tollerabile veder bruciare in poche ore un patrimonio naturale che ha impiegato decenni per svilupparsi". Lo dichiara il ministro dell'Ambiente Sergio Costa che da New York - dove si trova alle Nazioni Unite per impegni istituzionali - continua a seguire la drammatica evoluzione dell'incendio sul Monte Serra, nel Pisano, in costante contatto con i suoi uffici e con il Cufa (Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dei Carabinieri).(ANSA).