Referenti
Ricerca in Sovritalia
Chi è online
 52 visitatori online

Carabinieri

Arma dei Carabinieri - Db_news
Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it

www.carabinieri.it
  • CAPORALATO: IMPRENDITORE DENUNCIATO NEL TRAPANESE
    MARSALA (TRAPANI) (ITALPRESS) - A Marsala un 51enne, titolare di un'azienda di zootecnia, e' stato denunciato dai carabinieri per caporalato, inoltre dovra' pagare una multa di circa 24 mila euro. Da mesi, l'imprenditore, risultato fra l'altro sconosciuto all'Inps e non iscritto alla Camera di Commercio di Trapani, impiegava due cittadini rumeni in un allevamento di ovini, senza contratto, senza controlli sanitari, senza diritti, pagandoli "con soli 2 euro all'ora". Secondo quanto scoperto dai carabinieri, l'uomo dava loro ospitalita' presso la propria azienda, sfruttandone quindi lo stato di necessita' e facendo svolgere turni di 11 ore al giorno, 7 giorni su 7. Gravi le carenze riscontrate in materia di igiene e sicurezza sul lavoro, inerenti la mancata sottoposizione alle visite mediche dei rumeni impiegati illecitamente, tra l'altro a garanzia della manipolazione di alimenti destinati al consumo anche locale. A tal proposito, e' stata interessata la competente Asl per le opportune ed ulteriori verifiche. (ITALPRESS).

  • Droga: piante cannabis tra baite Domodossola, due denunce
    (ANSA) - DOMODOSSOLA (VCO), 19 SET - Quarantadue piante di cannabis, nascoste tra le baite di montagna, sono state sequestrate dai carabinieri sulle alture di Domodossola. Le piante erano nascoste tra erbe aromatiche e ortaggi. Due i denunciati, un 54enne e un 67 enne. (ANSA).

  • Montagna: intesa Arma carabinieri-Club alpino per tutela ambient
    (AGI) - Roma, 19 set. - Un protocollo d'intesa finalizzato a sviluppare rapporti di collaborazione nel promuovere la legalita' e la tutela ambientale nelle aree montane e' stato siglato oggi pomeriggio presso il Comando Generale dell'Arma dei carabinieri dal Comandante Generale Tullio Del Sette e dal presidente generale del Club alpino italiano, Vincenzo Torti. Le aree prevalenti di collaborazione riguarderanno la realizzazione di progetti educativi sull'uso corretto del "bene montagna"; la promozione di iniziative congiunte per la tutela dell'ambiente montano, con specifico riferimento alla cura dei boschi, dei corsi e degli specchi d'acqua; la cooperazione per il mantenimento e il miglioramento delle strutture che rendono fruibile la montagna, in particolare sentieri e rifugi; la segnalazione di aree di alto valore naturalistico da proporre per la realizzazione di riserve naturali; l'organizzazione di studi, ricerche e convegni, oltre allo svolgimento di reciproche attivita' formative a favore del personale. Per la realizzazione delle finalita' dell'accordo, l'Arma dei carabinieri coinvolgera' le proprie articolazioni territoriali e i Reparti Speciali, in particolare il Comando Unita' per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare, che opereranno in sinergia con gli organi centrali e la rete territoriale del CAI. (AGI) Vic

  • Svuotava libretti clienti,ai domiciliari impiegata Poste
    (ANSA) - AVELLINO, 19 SET - Per mesi avrebbe prelevato somme di denaro dai libretti di clienti prevalentemente anziani e si è anche impossessata del denaro che le veniva consegnato per il pagamento tramite bollettino delle utenze domestiche. Una dipendente dell'ufficio postale di Grottaminarda (Avellino), a conclusione delle indagini dei carabinieri della locale Stazione coordinate dalla Procura di Benevento, è stata arrestata con le accuse di peculato e truffa. Nel corso delle indagini, partite nello scorso mese di maggio su segnalazione del direttore della sede, sono state installate dai carabinieri alcune telecamere all'interno dell'ufficio. Su richiesta del Procuratore capo di Benevento, Aldo Policastro, il Gip ha disposto il sequestro preventivo delle somme sottratte sui beni dell'indagata, alla quale sono stati concessi gli arresti domiciliari.(ANSA).

  • Migrante ospite di una comunità fermato 7 volte per spaccio
    (ANSA) - GENOVA, 19 SET - Un migrante richiedente asilo, del Gambia, ospite da quasi due anni in una comunità di Genova, è stato fermato sette volte a spacciare droga nei vicoli del centro storico nel giro di un anno e mezzo. Il migrante, 20 anni, l'ultima volta è stato arrestato ieri mentre cedeva una dose di crack ad un coetaneo in vico del Fornaro. Dopo l'arresto il giudice l'ha rimesso in libertà. Per questo il comandante dei carabinieri della stazione dei vicoli della Maddalena ha scritto una relazione al prefetto di Genova, a cui spetta le decisione sulla richiesta di asilo, affinché il giovane venga espulso dall'Italia. Sono circa 2000 i migranti ospitati a Genova. tra i richiedenti asilo, secondo fonti investigative, sono circa un centinaio coloro che sono stati sorpresi a commettere reati: furti o spaccio di droga.(ANSA).