Referenti
Ricerca in Sovritalia
Chi è online
 83 visitatori online

Carabinieri

Arma dei Carabinieri - Db_news
Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it

www.carabinieri.it
  • MESSINA: RISSA IN PIENO CENTRO A MILAZZO, TRE ARRESTI
    Palermo, 24 nov. (AdnKronos) - Con l'accusa di rissa e lesioni personali i carabinieri hanno arrestato a Milazzo, nel Messinese, tre ventenni, denunciando in stato di libertà per gli stessi reati una minorenne. I militari intervenuti in via Bertè, nei pressi di un bar in pieno centro, per la segnalazione di un'accesa discussione, si sono trovati davanti due giovani con i vestiti sporchi di sangue e il volto pieno di graffi e di sangue. Altri due, che avevano tentato di nascondersi nel vicino bar, sono stati bloccati mentre ancora cercavano di ripulirsi. A uno dei tre maggiorenni i medici hanno diagnosticato un trauma facciale con la frattura delle ossa nasali. Dopo essere stati condotti in caserma per tutti e tre è scattato l'arresto in flagranza e sono stati posti ai domiciliari. La minorenne, invece, è stata denunciata in stato di libertà. (Loc/AdnKronos)

  • Modena, furto al caseificio: sparite 250 forme di Parmigiano
    (ANSA) - MODEA, 24 NOV - Duecentocinquanta forme di Parmigiano Reggiano, per un valore di almeno 100mila euro. È il bottino che una banda di ladri è riuscita a portarsi via dal caseificio San Bartolomeo, che si trova a Formigine, in provincia di Modena, in via Sant'Antonio. I ladri sono entrati dentro la struttura dopo un'effrazione alla porta, recandosi successivamente all'interno del magazzino. Sul fatto indagano i carabinieri; presumibilmente per portare via così tante forme di Parmigiano i malviventi hanno utilizzato un furgone. Il furto è avvenuto la notte tra mercoledì e ieri. (ANSA).

  • Corriere rubava smartphone per rivenderli, sette denunce
    (ANSA) - MODENA, 24 NOV - Un operaio che lavorava per la Gls (corriere espresso) e sei fiancheggiatori in grado di piazzare gli smartphone: sono le persone denunciate dai carabinieri di Modena nell'ambito delle indagini sui furti di cellulari di ultima generazione, 29 in tutto, avvenuti appunto dentro al sede della Gls di Modena, in via Monti. I fatti all'attenzione dei militari sono avvenuti tra aprile ed il luglio scorsi. Secondo quanto emerso dalle indagini, era l'uomo a 'selezionare' i pacchi contenenti cellulari, portandoli fuori dalla sede della Gls, gli altri pensavano a come ricettare gli smartphone. L'autore dei furti è stato incastrato soprattutto grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, che lo hanno immortalato mentre entrava in azione. Otto smartphone sono stati recuperati nell'ambito delle indagini. (ANSA).

  • MANOVRA: EMENDAMENTO GOVERNO, PIU' CARABINIERI IN LUOGHI CULTURALI
    Roma, 24 nov. (AdnKronos) - "Al fine di rafforzare la sicurezza nei musei e negli altri istituti e luoghi della cultura dello Stato, il contingente di personale dell'Arma dei Carabinieri è incrementato di 40 unità in soprannumero rispetto all'organico". E' quanto si legge in un emendamento del Governo alla Legge di Bilancio che è stato depositato. La proposta, si legge nella relazione tecnica, "non comporta nuovi oneri". (Eca/AdnKronos)

  • Beni culturali: al Monte Bianco con dipinto, denunciato
    (ANSA) - AOSTA, 24 NOV - Militari del nucleo carabinieri tutela patrimonio culturale di Torino hanno denunciato un cittadino bosniaco di 57 anni, per illecita esportazione di opera d'arte. L'uomo, diretto a Parigi, trasportava sulla propria auto un dipinto a tecnica mista su tela di David Ferreira del valore di 2.000 euro. Era anche in possesso di 15 mila euro in contanti. Il controllo è avvenuto al Traforo del Monte Bianco, nell'ambito dell'operazione Pandora 2 riguardante la circolazione intraunionale di beni, alla quale hanno collaborato anche il personale dell'Agenzia delle Dogane di Aosta e i carabinieri di Courmayeur. (ANSA).