Ricerca in Sovritalia
Chi è online
 43 visitatori online

Legge Pinto

new6

please_wait

LEGGE PINTO - aggionamento dicembre 2013

Comunichiamo le ultime notizie relative al ricorso sostenuto e assistito dalla nostra associazione (R.G. 6901/2011), le cui udienze hanno avuto luogo presso la Corte d'Appello di Perugia, conclusosi con sentenza favorevole (n. 581/2013)

.

Detta sentenza è stata notificata al ministero dell'Economia e delle Finanze ed è già trascorso il termine di 120 giorni previsto dalla legge; ad oggi, il Ministero non ha preso contatti per un adempimento spontaneo, inoltre, con il d. lgs. n. 35/2013 è stato impedito anche l'unico rimedio rimasto per eseguire il pignoramento presso terzi per la riscossione di debiti dello stato (CFR: art. 6 d. lgs. 35/2013).

A questo punto posta l’indifferenza degli organi di governo, l’avvocato ha proposto di notificare un atto di precetto per verificare un possibile riscontro, e si è altresì reso disponibile a redigere e presentare la notifica senza compensi aggiuntivi, nonostante gli accordi presi all'inizio del mandato prevedessero, in questo frangente, la corresponsione di una ulteriore cifra rispetto a quanto pattuito per il ricorso introduttivo.

Il legale ha consigliato, infine, di non proporre il giudizio di ottemperanza al TAR poiché potrebbe comportare un ulteriore aggravio di spese.

Tale determinazione potrà essere valutata in futuro qualora si intravedano migliori prospettive.

Per quanto riguarda gli altri ricorsi, non ci sono novità dalla cancelleria della Corte d'Appello di Perugia.

Riguardo al 16°, non è stata fissata l'udienza. Voci informali riportano la mancanza di fondi come causa del ritardo: non hanno soldi e non fissano. Lasciamo a voi le considerazioni del caso, noi ci stiamo muovendo con l'atto di precetto riguardo il ricorso vinto. Per gli altri ricorsi attendiamo, non c'è altro da fare

 

Percorso

Pagina Iniziale Documenti Ricorso "Legge Pinto" Legge Pinto